povera opera !

POVERA OPERA ! : POOR ARTWORK ! [2017/2019]

Una voce lamentevole, una amorevole, una supplichevole e una piagnucolante. Si tratta di una convocazione dell’opera d’arte in momenti e luoghi diversi. E anche un modo per entrare in relazione con l’invisibilità e di fare spazio all’invisibile nella voce. Se poi è vero che l’opera è dappertutto, possiamo parlarle dappertutto.

A lamentable voice, a loving one, a pleading one and a whining one. It is a convocation of the artwork in different moments and places. And it is also a way to get in touch with invisibility and to create space for the invisible inside the voice. If it is true that artwork is everywhere, then we can talk to it everywhere.

Povera opera! fu presentata una prima volta in forma di installazione sonora al MLAC- Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, in occasione della mostra CONTESTARE L’OVVIO, a cura di Helia Hamedani, 18 ottobre / 10 novembre 2017; una seconda volta in forma di performance al Teatro Collegio della Sapienza di Perugia, con Tianyi Xu e Pasquale Polidori, l’11 maggio 2019 nell’ambito del festival Cazzotto, a cura di Simona Frillici e Giassi Piagentini.

Poor artwork! was presented for the first time as a sound installation at the MLAC – Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza University of Rome, for the exhibition CONTESTARE L’OVVIO, curated by Helia Hamedani, 18 October / 10 November 2017; then as a performance at the Teatro Collegio della Sapienza in Perugia, with Tianyi Xu and Pasquale Polidori, on 11 May 2019 as part of the Cazzotto festival, curated by Simona Frillici and Giassi Piagentini.